19 Novembre 2019

Pubblicato volume su Sorgenti della Nova

E’ stata pubblicata una breve, ma completa guida degli scavi dell’abitato di Sorgenti della Nova (in provincia di Viterbo), risalente al XI-X secolo a.C. che illustra i risultati delle trentennali campagne di scavo condotte dall’Università degli Studi di Milano.

Il volume, di cui sono autori Nuccia Negroni Catacchio e Massimo Cardosa, rientra nelle pubblicazioni curate dal Centro Studi di Preistoria e Archeologia di Milano.

Sorto nell’XI secolo a.C. collocato su una rupe di tufi e pomici alla confluenza di due torrenti, nel cuore della Maremma tosco-laziale, l’abitato dell’età del bronzo di Sorgenti della Nova rappresenta un ambito privilegiato di conoscenza del mondo protoetrusco per la ricchezza e l’abbondanza dei suoi resti archeologici, disturbati solo in parte dagli interventi umani moderni.

Nonostante le parziali distruzioni causate dai lavori di una cava rimasta attiva fino al 1975, è stato infatti possibile individuare e portare alla luce numerose grotte artificiali e fondazioni di capanne, oltre a varie strutture secondarie come buche di scarico, bacini per la raccolta delle acque, canalette di drenaggio, forni in cotto, che evidenziano le caratteristiche monumentali e la forma ormai “protourbana” dell’insediamento.

L’interesse di Sorgenti della Nova è infine completato dalla parziale sovrapposizione sull’abitato protostorico del centro medievale di Castiglione, dominato dai resti di un’alta torre e di una piccola chiesa, intorno ai quali sono state rinvenute numerose abitazioni di tipo rupestre. Gli scavi sono in corso dagli anni settanta e sono tuttora condotti dall’Università degli Studi di Milano in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale.