21 Ottobre 2019

Geografia e storia nella Grecia antica

Geografia e storia nella Grecia anticaGli studi di Prontera si rivolgono a figure di primo piano della cultura greca (Erodoto, Eratostene, Polibio e Strabone) che hanno segnato la formazione e trasmissione del sapere geografico.
Emerge così in età tardo-ellenistica il relativo progresso della cartografia antica, che riguarda non solo il profilo del Mediterraneo o dell’Asia-continente, ma anche gli spazi regionali che caratterizzano la figura dell’ecumene: l’Iberia, l’Italia, la Sicilia e l’Asia Minore.
(presentazione editoriale)

Acquistare
Prezzo in commercio – 28 euro

Il commento di AI Libri
Come si legge nella premessa, il volume raccoglie vari contributi scritti nell’arco di circa quindici anni, accomunati dal proposito di collocare in una prospettiva unitaria problemi che toccano sia il campo della storia e della storiografia antica sia il campo della geografia. E’ proprio questo tentativo che rende interessante questo contributo. Da una parte infatti abbiamo la difficoltà di ricostruire la cartografia nella Grecia antica (da Eratostene fino a Tolomeo), e dall’altra l’aspetto più propriamente storiografico e le valutazioni “moderne” in chiave geopolitica, fermo restando i fondamentali concetti di identità etnica e culturale che caratterizzavano le relazioni interstatali nel mondo greco.

La scheda bibliografica
Francesco Prontera, Geografia e storia nella Grecia antica. Firenze 2011, Olschki. PpIV-267, In8, brossura editoriale, 53 illustrazioni e figure bn nt. Collana Biblioteca di Geographia Antiqua [4]
ISBN – 9788822260857

Indice del volume
Premessa
Testi
Sull’esegesi ellenistica della geografia omerica [3-14]
Identità etnica, confini e frontiere nel mondo greco [15-28]
Ethne e koinà
Confini e frontiere
Identità etnica e archaiologia
L’Italia nell’ecumene dei Greci [29-44]
Dall’Halys al Tauro. Descrizione e rappresentazione nell’Asia Minore di Strabone [45-62]
Ecateo e la carta di Erodoto [63-72]
La geografia di Polibio: tradizione e innovazione [73-80]
Sulle rappresentazioni mitiche della geografia greca [81-94]
Geografia e corografia: note sul lessico della cartografia antica [95-104]
Marciano di Eraclea e la geografia antica [105-112]
Asia, Hellas, Sikelia, Italia: note sulla geopolitica nel V sec. a.C. [113-128]
Asia ed Ellade nel mondo di Erodoto
Sikelia e Italia: Antioco di Siracusa e Tucidide
Carte
Geografia nautica e rappresentazione litoranea della Magna Grecia [129-148]
Italia e Iapyghia
Le punte dell’Italia
Sulle basi empiriche della cartografia greca [149-158]
La carta di Eratostene
La latitudine di Bisanzio e di Marsiglia
I promontori di Corcira e la linea Acroceraunio-Sunio
Centro e periferia nei mappamondi greci [167-182]
La penisola iberica nella cartografia ellenistica [183-196]
L’Asia Minore nella carta di Strabone [197-224]
Oltre il modello di Eratostene
Il Tauro anatolico e le sue ramificazioni
Strabone e la tradizione della geografia ellenistica [225-238]
La Sicilia nella cartografia antica [239-254]
Carta e testo nella geografia antica [255-264]
Indici