25 Marzo 2019

Archeologia e infrastrutture. Il tracciato fondamentale della linea C della metropolitana di Roma

Archeologia e infrastrutture. Il tracciato fondamentale della linea C della metropolitana di RomaE’ questo un primo rendiconto delle indagini archeologiche preventive svoltesi dal 2006 al 2009 lungo il Tracciato Fondamentale della nuova Linea C della metropolitana di Roma. La linea – progettata con lo scopo di migliorare la mobilità urbana – attraversa quasi per intero una città complessa e ricca di beni culturali come Roma e ne intercetta inevitabilmente anche le preesistenze archeologiche esistenti nel sottosuolo; le Amministrazioni pubbliche competenti si sono dovute relazionare sul piano operativo con i soggetti incaricati dell’esecuzione, sia determinando innovative scelte tecnologiche nella fase delle indagini preliminari, sia obbligando a varianti anche sostanziali rispetto al progetto originario. In sostanza, si evidenzia qui l’importanza dell’archeologia preventiva, ovvero l’anticipazione delle ricerche mediante scavi e sondaggi anche di limitata estensione già nel corso dell’elaborazione del progetto preliminare, al fine di limitare eventuali scoperte fortuite. Si sono così potute affrontare ricerche altrimenti impensabili nel centro di Roma, con scoperte imprevedibili e talora anche di grande portata per l’urbanistica della città antica, soprattutto nel Campo Marzio, ai margini di piazza Venezia e a ridosso del Foro di Traiano.
(presentazione editoriale)

Acquistare
Prezzo in commercio 84 euro

Il commento di AI Libri
Questo importante volume, pubblicato da Olschki nel 2011, offre una preliminare pubblicazione di alcuni dei numerosi ritrovamenti archeologici, alcuni di grande rilievo, conseguenti i lavori di costruzione della linea C della metropolitana di Roma. La problematicità di un intervento di così ampio respiro a Roma (o in altri contesti sottoposti a tutela) è da sempre discussa, tra idee e punti di vista contrastanti: porre però il principio della priorità dell’indagine al di sopra dell’esecuzione dell’opera pubblica, ha in parte attutito gli aspetti negativi. Il volume, oltre a rappresentare un interessantissimo e fondamentale repertorio sugli scavi avviati, venendo incontro all’esigenza di dare luogo con tempestività alla pubblicazione scientifica, offre anche uno sguardo in prospettiva su un esemplare caso studio di archeologia preventiva. Questo incontro tra teoria e prassi consente quindi di tracciare un primo bilancio su problematiche che dovrebbero coinvolgere non solo gli addetti ai lavori, ma l’intera collettività.

La scheda bibliografica
Egidi Roberto, Filippi Fedora e Martone Sonia (a cura di), Archeologia e infrastrutture. Il tracciato fondamentale della linea C della metropolitana di Roma: prime indagini archeologiche. Firenze 2011, Olschki. PpXVI-328, In4, rilegatura editoriale, 360 figure e illustrazioni nt. a colori e 3 carte ripiegate a colori in tasca. Collana Bollettino D’Arte. Volume Speciale
ISBN – 9788822260901

Indice del volume
Presentazione di Roberto Cecchi
A.Bottini, Archeologia e metropolitane a Roma: qualche considerazione
M.Sapelli Ragni, Archeologia e infrastrutture
S.Martone, La linea C della Metropolitana di Roma. Procedure e nuove prospettive [1-26]
M.Bertinetti, Note preliminari sul quadro archeologico del territorio nel Municipio XVII. Nuove indagini e dati pregressi a confronto [27-38]
F.Filippi, Le indagini in Campo Marzio Occidentale. Nuovi dati sulla topografia antica: il ginnasio di Nerone (?) e l’Euripus [39-81]
Appendice. R.Leonardi S.Pracchia S.Buonaguro M.Laudato N.Saviane, Sondaggi lungo la Tratta T2. Caratteri ambientali e aspetti topografici del Campo Marzio in epoca romana [82-92]
R.Egidi, L’area di piazza Venezia. Nuovi dati topografici [93-123]
Appendice. S.Orlandi, L’iscrizione del praefectus urbi F.Felix Passifilus Paulinus [124-130]
M.Serlorenzi, Le testimonianze medievali nei cantieri di piazza Venezia [131-164]
Appendice. V.La Salvia A.Iacone, Gli indicatori della produzione metallurgica provenienti dallo scavo di piazza Madonna di Loreto. Rapporto preliminare [165]
Appendice. F.Galadini E.Falcucci, Le indagini archeosismologiche nel cantiere di piazza Madonna di Loreto nel quadro delle conoscenze sulla sismicità di Roma [166-170]
R.Rea, La sella tra la Velia e le Carinae. La Valle dell’Anfiteatro. I versanti sud-orientale e nord-occidentale della Velia [171-202]
M.Barbera, Le indagini per la Metropolitana e la topografia del Celio [203-212]
R.Santolini, Il Celio sotto il Celio. Cave e gallerie antiche [213-220]
R.Rea, Indagini archeologiche 1999-2009 lungo le Mura aureliane. Da via Casilina Vecchia a Porta Metronia. L’evoluzione del paesaggio [221-242]
A.Buccellato, La linea C nel VI Municipio. Note sul paesaggio suburbano e la metodologia di scavo archeologico [243-258]
S.Musco, Ritrovamenti nei Municipi VII ed VIII [259-292]
M.Angle D.Mancini, Pantano Borghese: un insediamento presitorico ai margini della palude [293-314]
Prime considerazioni sulla Tratta T1
M.Piranomonte, Stazioni Auditorium. Un nuovo approccio metodologico alle indagini archeologiche [315-319]
Appendice. C.Vercelli, La tomografia elettrica [320]
Abstracts