15 Ottobre 2019

Manciù. L’ultimo Imperatore in mostra a Treviso

Manciù, l'ultimo ImperatoreSi è aperta il 29 ottobre a Treviso un’interessante mostra dal titolo Manciù, l’ultimo Imperatore, dedicata alla dinastia cinese che ha governato sul Celeste Impero dal 1644 al 1911, sarà la protagonista della quarta Mostra sulla Cina: le armi e le uniformi militari dei grandi imperatori Kangxi e Qianlong, le preziose suppellettili della regge dei Manciù, le mitiche collezioni dell’Imperatrice Cixi saranno esposte insieme ai reperti che testimoniano il crollo dell’Impero e l’avvento della Repubblica.

Per la prima volta al mondo gli oggetti personali dell’ultimo imperatore della Cina, Pu Yi, protagonista dell’indimenticabile film-capolavoro di Bernardo Bertolucci, usciranno dal palazzo di Changchun, già capitale dell’Impero fantoccio del Manchukuò, e saranno esposti a Casa dei Carraresi. Una parte della mostra sarà dedicata all’epopea umana dell’Ultimo Imperatore con documenti storici, fotografie.

Queste le sezioni della mostra:

IL TRONO DEL CELESTE IMPERO
Il favoloso trono dei Manciù, la mitica Dinastia fondata da Nurhachi, verrà completamente smontato e con tutti i suoi arredi riallestito a Casa dei Carraresi. Un evento unico nella Storia della Cina.
LE DIVISE MILITARI DEL 1644
Le favolose divise militari degli Imperatori Manciù e dell’esercito che nel 1644 conquistò la Cina saranno esibite complete di elmi e simboli delle “Otto Bandiere”, i ranghi delle armate tartare.
LE ARMI DELLA CONQUISTA
Le mitiche spade, gli archi e le frecce del più potente esercito asiatico del XVII secolo, oltre a faretre, selle e fucili da campo completeranno la sezione di guerra.
I TESORI DEL PALAZZO IMPERIALE
Dai Palazzi Imperiali dei sovrani Manciù arriveranno a Casa dei Carraresi i tesori degli Imperatori a cominciare dai sigilli del potere del “Grande Qing”.
GLI OGGETTI DELLA QUOTIDIANITÀ
Una sezione della Mostra sarà interamente dedicata ad oggetti in oro e argento, giada, porcellana, rame, lacche, seta, smalti, legno i quali rappresentano una sintesi della quotidianità nelle stanze imperiali.
I MITICI GUARDAROBA
Dai guardaroba perfettamente conservati del palazzo Imperiale perverranno alla Mostra gli abiti sontuosi in seta ricamata di Imperatori, Imperatrici, Concubine imperiali e nobiltà di Corte.
I RITRATTI DEGLI IMPERATORI
I ritratti ufficiali dei dodici Imperatori Qing costituiranno una straordinaria “galleria” di famiglia – la famiglia mancese degli Aisin Gioro – che si estinguerà con l’ultimo Imperatore, Pu Yi.
I DIPINTI DEL CASTIGLIONE
Quattro straordinari dipinti su seta, opera del gesuita milanese Giuseppe Castiglione, testimonieranno l’arte di questo straordinario Italiano che con il nome di Lang Shining fu il più grande pittore “cinese” del Settecento.
L’EPOPEA DELL’ULTIMO IMPERATORE
Per la prima volta gli oggetti personali dell’Ultimo Imperatore della Cina, Pu Yi, protagonista del film-capolavoro di Bernardo Bertolucci, usciranno dal palazzo di Changchun, già capitale dell’Impero fantoccio del Manchukuò.
I SUOI ABITI E OGGETTI PERSONALI
Le vesti del bambino-imperatore Pu Yi, la famosa gabbietta del grillo suo unico amico nella Città Proibita, la sua prima macchina fotografica, e altri pochi oggetti superstiti degli anni 1908-1924 vengono esposti per la prima volta.
DAL TRONO DEL MANCHUKUÒ ALLA PRIGIONE
Rari e preziosi reperti dell’Impero fantoccio del Manchukuò (1932-1945), le divise vanagloriose di un Pu Yi manovrato dai Giapponesi e gli oggetti usati in carcere (1950-1959) testimoniano la sua straordinaria vicenda umana
A SEMPLICE CITTADINO “POPOLARE”
Infine i documenti del “cittadino” Pu Yi (1959-1967), i suoi diari, la sua cartella elettorale, l’umile abito “alla Mao”, le molte fotografie della “vita nuova” dell’Ultimo Imperatore della Cina.
I CAPOLAVORI DI JIANG GUOFANG
La Mostra è arricchita da quindici dipinti a olio sul tema della Corte imperiale e dei suoi protagonisti, opera di uno dei maggiori pittori cinesi contemporanei, il maestro Jiang Guofang.

I testi sono stati forniti dall’organizzazione della mostra

I dati della mostra
titolo: Manciù, l’ultimo Imperatore
luogo: Treviso. Casa dei Carraresi. Via Palestro, 33
periodo: dal 29 ottobre 2011 al 13 maggio 2012
orario: martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9 alle 19 – venerdì, sabato e domenica dalle ore 9 alle 20
costo: intero 12 euro (compresa audio-guida); ridotto 10 euro (studenti universitari con esibizione di tessera o libretto; età superiore ai 65 anni, età fino ai 18 anni); ingresso gratuito per bambini fino ai 5 anni e disabili e loro accompagnatori
visite guidate: solo su prenotazione; per gruppi da 10 a 25 persone euro 80 + biglietto ridotto 10 euro (+ euro di prevendita)
scuole: visite guidate 40 euro + biglietto singolo alunno di euro 5
laboratori didattici: 50 euro + biglietto singolo alunno di euro 5
prenotazioni: tel. 0422 513150
sito web: www.laviadellaseta.info

Immagini dalla mostra
(su cortesia degli organizzatori – riproduzione vietata)

La Sala del Trono del Celeste Impero (regno di Qianlong 1735-1796)La Sala del Trono del Celeste Impero (regno di Qianlong 1735-1796)

Incensiere (cloisonné). Regno di Guangxu 1875-1908Incensiere (cloisonné). Regno di Guangxu 1875-1908

Pu Yi sul trono il 1 luglio 1917, data della RestaurazionePu Yi sul trono il 1 luglio 1917, data della Restaurazione